Nebrodi

Boschi incontaminati, secolari, una fauna che si aggira ancora indisturbata tra i sentieri ricchi di corsi d’acqua: il maialino nero, gli asini, i muli, i cavalli, i falchi, il cinghiale, la volpe, l’istrice. E specialità culinarie indimenticabili dalla pasta fresca ripiena, ai maccheroni fatti in casa col sugo di carne, la ricotta informata, il pane caldo, l’agnello al forno, il pane fritto, la torta di nocciole.

Quella nei Nebrodi sono camminate enogastronomiche che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella loro esperienza siciliana.

Camminate enogastronomiche: i Nebrodi, una cerniera tra il nord e l’est siciliano.

Un parco che spazia dall’esoterismo dei Megaliti dell’Argimusco, alla geologia più affascinante delle cascate del Catafurco a Galati Mamertino, e del fiume Naso a Sinagra. Grazie alle varie camminate enogastronomiche, scopriremo le tradizioni culinarie che nelle sagre trovano la massima espressione con le specialità a base di maialino nero e formaggi.

Il formaggio, per esempio, è il protagonista leggendario e sociale della Sagra del Maiorchino di Novara di Sicilia in cui i paesani, compreso il sindaco, si sfidano lanciando grandi ruote di formaggio Maiorchino per le strade del paese con tanto di arbitro e timore di commettere errori fatali.

Il Maiorchino è un formaggio di latte misto tra capra e pecora che si prepara quando gli animali mangiano precise erbe locali in un determinato periodo dell’anno.

E’ sui Nebrodi che nasce l’Alcantara, che sfocia poi sulla costa jonica vicino Giardini Naxos, la prima colonia greca in Sicilia.

camminate enogastronomiche
tour-nebrodi-4
tour-nebrodi-2
nebrodi-dolce
nebrodi-formaggio
nebrodi-trekkers
nebrodi-paesaggio-neve
nebrodi-panorama
nebrodi-tasting

mettiti in contatto con noi